Dropshipping

Cos'è il dropshipping

Il Dropshipping o Drop Ship oppure ancora Dropshipment è una forma di vendita che prevede una triangolazione tra il produttore, il venditore ed il consumatore finale.

Nel Dropshipping il venditore mette in vendita la merce senza possederla a magazzino. Una volta venduto il prodotto, il venditore invia l'ordine al produttore che effettua la spedizione direttamente al consumatore finale.

La vendita in modalità Dropshipping rappresenta quindi un'opportunità per:

  • il venditore che risparmia sui costi di approvvigionamento e di stoccaggio della merce
  • il produttore che può sviluppare la sua rete di vendita coinvolgendo una moltitudine di soggetti che operano online

Origini

Le origini del dropshipping sono da ricondurre alla fine degli anni '60, ancor prima che internet ed il web nascessero, quando JCPenney & Sears iniziò una vendita a distanza su catalogo.

Presto l'attività prese piede e il venditore dovette attrezzarsi con magazzini predisposti per la vendita al dettaglio che, anche se avveniva a distanza, implicava grandi volumi.

Da li a poco CompuCard colse nell'impiego dei magazzini di JCPenny una grande occasione commerciale, e decise di pubblicare sul proprio catalogo cartaceo i prodotti stoccati nei magazzini del concorrente.

Il modello geniale prevedeva che CompuCard applicasse un ricarico sugli articoli stoccati nei magazzini di JCPenny. Una volta ottenuto l'ordine da parte del consumatore, CompuCard "piazzava" il suo a JCPenny che provvedeva ad inviare la merce a casa del cliente.

Con lo sviluppo di internet e dei marketplace come eBay ed Amazon, il dropshipping si è sviluppato anche in Italia, aprendo opportunità commerciali a piccoli imprenditori che - con investimenti molto piccoli - possono ritagliarsi quote di mercato in qualche caso consistenti.

Punti chiave

Il catalogo digitale è lo strumento chiave per ogni azienda che voglia lanciare un'attività commerciale in dropshipping, lo è quindi anche per te se hai questo desiderio.

La prima cosa che devi fare, quindi, se vuoi iniziare questo genere di attività è reperire un catalogo da un fornitore che possa provvedere a darti le informazioni su tutti i prodotti che vuoi iniziare a vendere.

Il catalogo di un fornitore in dropshipping consiste in un file in formato .csv o in formato .xml anche se - sovente - chi vuole raggiungere i clienti non ha molta dimestichezza con le informazioni sugli articoli in questo formato.

Questa modalità di cessione dei dati, ovvero quella per tramite di file .csv, può risultare poco pratica per coloro i quali vogliono dedicarsi alla distribuzione degli articoli sulle piattaforme a loro più congeniali.

Ecco perché un altro elemento chiave del Dropshipping è il software con cui gestisci i listini (listino è sinonimo di catalogo digitale, in questa sede). Il software dovrebbe permetterti di avere accesso a:

  1. rapidità di pubblicazione
  2. flessibilità nella selezione degli articoli
  3. integrazione con i marketplace più noti ed i motori eCommerce più diffusi

Non sempre i fornitori che offrono prodotti in Dropshipping dispongono di un software da mettere a disposizione dei loro partner e, ancor più spesso, non sanno consigliare una piattaforma idonea e che renda loro facile la vita. Non ti stupire quindi se cogli impreparato il produttore che vorrai coinvolgere.

Alla fine di questo articolo potrai scoprire come abbiamo risolto il problema noi di eDock, mettendo a disposizione dei venditori una soluzione che contempla il software ed i cataloghi di numerosi produttori.

Un unico punto di partenza per il Dropshipping e uno spazio di interscambio commerciale tra produttori e distributori.

Vantaggi per il venditore

Un venditore che inizi a fare Dropshipping gode di un'innumerevole serie di vantaggi.

I più lampanti sono:

gestione delle attività di magazzino esternalizzata.
Vendere in Dropshipping significa dimenticarsi di scaffali, muletti, trans pallet, operatori di facchinaggio, ecc. Infatti, le operazioni di logistica sono completamente delegate al fornitore. 
  1. investimenti iniziali vicini allo zero.
    Iniziare un business in Dropshipping prevede bassissimi investimenti iniziali. Trovare un'attività che consenta di monetizzare una propria audience con costi vicini allo zero è il sogno di ogni imprenditore. Con l'avvento di internet, e con l'esplosione dell'eCommerce come abitudine di consumo consolidata, è oggi possibile iniziare sposando questa modalità.
  2. monetizzazione della propria fan base
    Il Dropshipping acquisisce molto più senso se hai già una tua base di fan da cui partire. Questi rappresentano il tuo traffico da monetizzare, i tuoi clienti che possono rendere sostenibile la tua attività fin dai suoi esordi. Avere una base di fan significa però non deludere le loro aspettative e con il Dropshipping puoi fare una cernita degli articoli che meglio rappresentano il tuo modo di essere ed i gusti della tua clientela, senza necessariamente disporre di capitali ingenti per procurarti la merce da selezionare

I vantaggi di cui abbiamo appena detto, però, non sono gli unici del modello di vendita in Dropshipping. 

Anche il produttore gode di una serie di benefici da questa modalità distributiva ed il che rende questa formula davvero vincente per tutti gli attori che ve ne fanno parte.

Per vendere online devi acquisire le competenze dell'eCommerce Manager

“Ho iniziato da zero con eCommerce-manager.org. Esclusa qualche informazione su eBay, le mie competenze su eCommerce e marketplace erano embrionali. Ho seguito i corsi e sono entrato nella community e a distanza di otto mesi ho iniziato a seguire il primo cliente ”

Vuoi diventare un eCommerce Manager come Luca?

logo_ academy
Vai all'Academy

Vantaggi per il fornitore

Come accennato poche righe più su, i vantaggi del Dropshipping sono anche, forse soprattutto, per il produttore che ha il desiderio di acquisire un numero massiccio di distributori online e che si traducano in un numero crescente di ordini raccolti. I vantaggi quindi si possono riassumere come segue:

  1. ripartizione del rischio
    Incrementare i propri affari al di fuori di un unico marketplace, come Amazon, dovrebbe rappresentare una priorità per ogni produttore. In linea di principio, quando un cliente rappresenta oltre il 15% dei ricavi di un'impresa, diventa un cliente "scomodo" e da tenere sott'occhio. 
  2. crescita organica
    Avere innumerevoli partner commerciali significa raggiungere innumerevoli audience indirettamente. La crescita della notorietà dei prodotti, a quel punto, diventa una crescita organica, operata attraverso soggetti terzi che diventano motore commerciale "automatico" per ogni produttore che intraprenda questa strada.
  3. posizionamento di marca
    Posizionare il proprio prodotto in una vetrina esistente significa godere del riflesso indotto dei prodotti di quella stessa vetrina. Allo stesso modo, distribuire il proprio catalogo digitale su siti web che contemplano un certo tipo di articolo può far accedere a chance di posizionamento la gamma di prodotti del produttore

Non è però tutto oro quello che luccica.

Infatti esistono degli svantaggi, sia per il venditore che per il produttore, sebbene i vantaggi siano il punto su cui porre la propria attenzione nel momento in cui ci si avventura in una impresa.

Li affrontiamo nella prossima sezione, menzionando quello che abbiamo appreso in più di un decennio di esperienza.

“Da oltre 8 anni aiuto venditori di categorie merceologiche diverse, dimensioni di ogni genere e con esigenze anche peculiari. Sono felice quando aiuto le imprese a conquistare gli obiettivi che ci poniamo.”

Espandi la tua rete di venditori in Dropshipping

Compila il form per essere contattato da un nostro eCommerce Manager e scoprire le opportunità della vendita in modalità dropshipping.

Contattaci

Svantaggi per venditore e fornitore

Il Dropshipping richiede massima efficienza, in particolare in quei contesti in cui la marginalità non permette operazioni manuali.

Il fatto di dover automatizzare dei processi implica, da parte di produttore e venditore, una forma di accordo di non sempre facile mediazione che regolamenti:

  1. la policy di aggiornamento del catalogo
    I prodotti devono essere aggiornati in termini di quantità e prezzo. Una vendita inevasa dal venditore a detrimento del consumatore finale può implicare un feedback negativo.
  2. l'evasione dell'ordine
    Per il venditore, poter comunicare con il produttore in modo veloce e automatico rappresenta un valore aggiunto senza pari. Anche per ciò che concerne il flusso di avanzamento dell'ordine, con i relativi stati di evasione, rappresenta un ambito da esplorare in ottica di efficienza dei processi

Altri svantaggi per il venditore sono correlati al modello di business. Il venditore che debba andare alla caccia di clienti online farà più fatica di quello che dispone già di una base di fan a cui rivolgersi, magari da contattare attraverso i social network.

Il tipo di prodotto, poi, ha una sua rilevanza. Non solo ai fini della marginalità ma anche rispetto a come si pone sul mercato, lato domanda ed offerta. L'ottimo sarebbe quello di disporre di prodotti unici nel loro genere e che hanno molti acquirenti disposti ad acquistarli. Purtroppo per i venditori, però, in molte circostanze ci si trova in una posizione diametralmente opposta con prodotti dalle caratteristiche comuni, con una grande competizione e con un mercato duro da penetrare.

Per il produttore, invece, gli svantaggi sono correlati alla governance del loro catalogo. Avere una mole importante di partner commerciali gestiti in modo completamente incontrollato può significare politiche di prezzo particolarmente aggressive applicate dai venditori, distribuzione del catalogo digitale su property delle più disparate ed una gestione della marca frammentaria.

La nostra soluzione

Con eDock abbiamo affrontato e risolto ogni problema che hanno venditori e produttori che vogliono affacciarsi al Dropshipping.

Se sei un venditore potrai avviare la tua attività di commercio online in modalità di Dropshipment in modo facile e veloce.

Se sei un produttore potrai trovare una moltitudine di venditori da selezionare e a cui cedere il tuo catalogo digitale, la tua risorsa più importante.

La soluzione ai problemi di venditori e produttori l'abbiamo risolta con la nostra piattaforma che:

  • consente al venditore di selezionare gli articoli, scegliere su quali mercati venderli e pubblicarli
  • permette al produttore di intercettare i venditori e selezionarli secondo i criteri desiderati
  • automatizza l'evasione dell'ordine, dal venditore al produttore e viceversa, per consentire la massima efficienza ad entrambi ed il minimo sforzo

eDock: scopri tutti i vantaggi

Aggiornamento in tempo reale su tutte le piattaforme

eDock possiede un potente motore di notifica che invia ogni singolo cambiamento relativo alle quantità disponibili a magazzino ed ai prezzi in tempo reale, per darti modo di sincronizzare la giacenza dei tuoi prodotti a magazzino con eBay, Amazon e gli altri marketplace disponibili, in Italia e nel mondo. Grazie a questo automatismo, eDock ti consente di evitare feedback negativi per quegli ordini che sei costretto ad annullare se la merce acquistata non è più disponibile.

API per integrazione con il tuo gestionale

Il set di API REST che ti mettiamo a disposizione ti consente di effettuare integrazioni tecniche con qualunque software, impiegando il motore di eDock come se ne possedessi direttamente la sua tecnologia. Già molte aziende hanno integrato il proprio gestionale aziendale con Amazon o eBay, per tramite eDock. In questo scenario di utilizzo, eDock ti consente di ricevere direttamete sul tuo gestionale o sul tuo ERP gli ordini provenienti da Amazon o da eBay e di mantenere sincronizzata la giacenza dei tuoi prodotti a magazzino sui "centri commerciali online".

Listini differenziati per mercato per vendere a prezzi differenti sulle piattaforme

Con eDock hai la massima flessibilità commerciale e la possibilità di differenziare il prezzo di vendita per mercato. Potrai così vendere lo stesso prodotto su eBay Italia ad un prezzo, diverso da quello a cui lo vendi su eBay Germania, differente da quello su cui lo vendi su Amazon. La flessibilità di eDock, in questo senso, ti consente di presenziare con una formula commerciale d'appeal anche quando "anneghi" le spese di spedizione nel prezzo del prodotto.

Flussi di comunicazione per agevolare i tuoi collaboratori nella gestione dell'ordine

eDock prevede una gestione degli ordini flessibile e performante. Puoi stabilire tu, in modo del tutto personalizzato, quale "percorso" far compiere al tuo ordine una volta recepito. Per ogni modifica a quello che viene definito come "stato di avanzamento" dell'ordine, poi, potrai innescare delle comunicazioni via mail automatizzate e che siano dirette al cliente oppure ai membri della tua organizzazione.

Tracking dell'ordine su tutti i mercati

Se vendi sui marketplace conosci l'importanza di tenere informato il "centro commerciale online" sullo stato della spedizione. Con eDock hai la possibilità di inserire il tuo "tracking number" affinché si preoccupi eDock di comunicarlo alla piattaforma di riferimento.

Esportazione verso software dei corrieri

L'esportazione degli ordini verso il tuo corriere di fiducia rappresenta una funzione utile a farti risparmiare molto tempo. La funzione ti consente di esportare tutti i dati relativi al destinatario e alla destinazione cui inviare la merce verso le applicazioni del vettore chiamato ad eseguire la spedizione.